copyright by Tiziana Arnaboldi
collaboratori galleria contatti
NEWS
TIZIANA ARNABOLDI DANZATRICE COREOGRAFA REGISTA
Si forma con Rey Phillips a Zurigo, si perfeziona a Parigi con Carolyn Carlson e con Pina Bausch ad Essen in Germania. “ Quello che cerco è la verità. Nelle relazioni, nei sentimenti, nei gesti, nei silenzi, negli sguardi. Mi interessa portare la vita sulla scena, mirare all’essenza, penetrare segreti e intimità,svelare paure e incertezze. Vedo il corpo come progetto artistico e linguistico,senza barriere tra i differenti modi e mezzi di comunicazione per creare un tramite di sentimenti universali”.   Con la compagnia realizza e produce molti spettacoli e performance, creazioni che si sono fatte apprezzare in Svizzera, Italia, Francia, Germania, Portogallo,Spagna e Africa. 1988 Creazione di " Per un solo istante a Valdrada " liberamente tratto da " Le città visibili " di I. Calvino.Tournée in Svizzera. 1991 Creazione di " La  Strega " Solo di Tiziana Arnaboldi con la coreografia di Nelly Bütikofer. Creazione di " The birds are on the wings " con la regia di Pierre Byland e coreografia di Tiziana Arnaboldi,Tournée in Svizzera. 1992 Partecipazione all' Expo Mondiale di Siviglia (Spagna). 1994 Creazione di " Falls after Newton " con la regia di Pierre Byland e coreografia di Tiziana Arnaboldi Tournée in Svizzera e all' estero.1995-1999 Partecipazione alle rassegne svizzere più prestigiose: Festival de la Bâtie a Ginevra, Danse  Nöel a Berna, Festival Cité de Lausanne, Danse Festival Neuchàtel, Danse Festival Nyon, Festival Internazionale di Danza Contemporanea Omegna ( I ), Tanz Festival  Olten e Winterthur. 1996 Concorso Internazionale Journée Danse-Dense a Parigi (classificati ai primi 3 posti) 1997 Creazione di " Finestra sul mare "Tournée in Svizzera e all' estero. Invito a Parigi. 1999 Invitata a partecipare al concorso " Collection Cahier d' Artiste " Creazione di " Quelli della porta accanto ".Tournée in Svizzera e all' estero. Invito a Lisbona ( P) alla Piattaforma Coreografica Internazionale. Tournée in Portogallo.                                       2003 crea “1000 e 1 aqua”, coprodotto con la Companhia de Almada (Portogallo) in occasione del Progetto Europeo nell’ambito dell’anno internazionale dell’acqua.  2004 “Donne che si raccontano”. Entrambi i lavori sono stati presentati a Genova presso il Teatro dell’Archivolto,in occasione di “Genova 2004 capitale della cultura europea”.  2005 crea lo spettacolo ”Cruda bellezza”, col quale nel
photo Reza Khatir
2007 ha fatto una tournée in Africa (Sud Africa, Mozambico, Angola), realizzando un documentario sulla stessa grazie al regista Mohammed Soudani. Nel 2007 ha prodotto uno spettacolo puramente teatrale per soli due attori “Arrivederci Professore”. Nel dicembre 2007 è stato pubblicato un libro curato da Domenico Lucchini “ Gesti, Parole, Movimenti. Nel 2008-2009 produce “Volo via” e “Condannato Libero”, coprodotto dalle giornate di danza contemporanea, Svizzera.   Nel 2011 crea “Attesa ni na na”, liberamente tratto da “Aspettando Godot” di Samuel Beckett, coprodotto dal Teatro San Materno Ascona. Nel 2013 produce “Dentro Jawlensky”, studio sul linguaggio pittorico musicale di A. Jawlensky, coprodotto dal Teatro San Materno Ascona e dall`archivio Jawlensky. Lo spettacolo viene presentato sia nei teatri che nei musei di tutta europa. “Dentro Jawlensky” viene presentato a maggio del 2013 al Zentrum Paul Klee, Berna,Svizzera. Nel 2014 con la Compagnia Giovani fondata nel 2009, con l`apertura del Teatro San Materno, crea lo spettacolo “Linea” con la presenza di 11 interpreti  danzatori del territorio e giovani danzatori provenienti dalla Francia e dall`Italia, spettacolo che viene premiato al Festival Internazionale del Teatro e della Scena Contemporanea a Lugano ed é invitato al Fringe Festival Internazionale di Roma. Nel 2016 crea con” Spazi sospesi” e “ Danza e mistero” Omaggio a Charlotte Bara Produzioni che si sono fatti apprezzare in Svizzera, Italia, Francia, Germania, Portogallo,Spagna e Africa. Da ottobre del 2009 la compagnia ha la sua residenza al Teatro San Materno di Ascona e dal 2015 Tiziana Arnaboldi prende la direzione artistica del Teatro. Crea piattaforme progettuali internazionali ed Eventi artistici ispirati a questo luogo, ricco d’arte e di storia. Dal 2015 artisti internazionali di vari ambiti si uniscono insieme  ai danzatori della Compagnia Tiziana Arnaboldi, nelle residenze del Teatro San Materno, per creare performance unici, con la denominazione: “Dialogo tra le arti”. Performance-spettacoli che vengono presentati al Teatro san Materno e in altri luoghi e spazi alla ricerca di nuove trasversalità artistiche. Spettacoli e performance nell`ambito di“ Dialogo tra le arti” 2015 - “ La sedia – il sedersi”  La danza dialoga il design con R. Blumer”           -“ Il suono delle pietre” La danza dialoga il suono delle pietre con               Beat Weheneth e Luciano Zampar           -“Il motivo di una danza” La danza dialoga il poeta Fabio Pusterla 2017  - “ Dialogo tra la creatività delle arti” nasce da una interazione  tra il              “Motivo di una danza” e“ Il suono delle pietre”.  
4.5  maggio 2018   ore 19.30           Dornach-Basilea  Neuestheater               17   maggio 2018  ore 20.30          Lugano   Palco Sala Teatro Lac MOTIVO DI UNA DANZA  con la presenza del poeta Fabio Pusterla Regia e Coreografia di Tiziana Arnaboldi. Danzatori Faustino Blanchut, Eleonora Chiocchini, Marta Ciappina, Pierre-Yves Diacon, David Labanca, Claudia Rossi-Valli, Francesca Zaccaria Musiche ed elaborazioni sonore Mauro Casappa Progetto luci François Gendre, Christoph Siegenthaler  Primo Viaggio  nuova produzione Un paesaggio spoglio,fatto di sole pietre, è il luogo d’elezione di una comunità lontana nel tempo. Da qui hanno origine azioni e memorie che il corpo prova a cantare: il lavoro, i riti,  i desideri. L’abbandono al suolo rimanda al pulsare delle emozioni, al valore della fragilità come forza motrice per nuove azioni verso la ricerca di punti stabili su cui sostare sospesi. È una danza di passi sensibili, leggeri, tra ruvide pietre, in cui piedi e mani, cercano il contatto con la terra. Secondo Viaggio   Sulle tracce della danzatrice belga Charlotte Bara, affascinante fondatrice del Teatro San Materno. Un viaggio tra passato e presente, tra il suo linguaggio e la nostra danza. In scena le danzatrici: Eleonora Chiocchini, Marta Ciappina e Francesca Zaccaria, ripropongono la magia creatrice di Charlotte Bara, i cui gesti, cariche di mistero e di profonda spiritualità, hanno ispirato poeti, pittori e musicisti. Le mani sono il filo conduttore di ogni sua danza: “Noi respiriamo il mondo attraverso le nostre mani, esse traducono il pensiero più sottile per unire il fisico e lo spirito.”   coproduzione Teatro San Materno Ascona e Neuestheater Dornach-Basilea con il sostegno di  Repubblica e Cantone Ticino DECS Swisslos, Prohelvetia Fondazione svizzera per la cultura, Comune di Ascona,Fondazione Pende. In collaborazione con la Rassegna Home    29  aprile    2018                                    Berna       Reformierte Kirche Wabern   DANZA e MISTERO  omaggio alla danzatrice  belga Charlotte Bara 1901-1986 In scena le danzatrici: Eleonora Chiocchini,Marta Ciappina e Francesca Zaccaria, ripropongono la magia creatrice di Charlotte Bara, i cui gesti, cariche di mistero e di profonda spiritualità,hanno ispirato poeti, pittori e musicisti. Le mani sono il filo conduttore di ogni sua danza: “Noi respiriamo il mondo attraverso le nostre mani, esse traducono il pensiero più sottile per unire il fisico e lo spirito.” coproduzione Teatro San Materno Ascona  con il sostegno di  Repubblica e Cantone Ticino DECS Swisslos, Prohelvetia Fondazione svizzera per la cultura, Comune di Ascona.
website made by Edoardo Oppliger
TIZIANA ARNABOLDI DANZATRICE COREOGRAFA REGISTA
collaboratori galleria contatti
NEWS
photo Reza Khatir
copyright by Tiziana Arnaboldi
Si forma con Rey Phillips a Zurigo, si perfeziona a Parigi con Carolyn Carlson e con Pina Bausch ad Essen in Germania. “ Quello che cerco è la verità. Nelle relazioni, nei sentimenti, nei gesti, nei silenzi, negli sguardi. Mi interessa portare la vita sulla scena, mirare all’essenza, penetrare segreti e intimità,svelare paure e incertezze. Vedo il corpo come progetto artistico e linguistico,senza barriere tra i differenti modi e mezzi di comunicazione per creare un tramite di sentimenti universali”. Con la compagnia realizza e produce molti spettacoli e performance, creazioni che si sono fatte apprezzare in Svizzera, Italia, Francia, Germania, Portogallo,Spagna e Africa.  1988 Creazione di " Per un solo istante a Valdrada " liberamente tratto da " Le città visibili " di I. Calvino.Tournée in Svizzera.  1991 Creazione di " La  Strega " Solo di Tiziana Arnaboldi con la coreografia di Nelly Bütikofer. Creazione di " The birds are on the wings " con la regia di Pierre Byland e coreografia di Tiziana Arnaboldi,Tournée in Svizzera.  1992 Partecipazione all' Expo Mondiale di Siviglia (Spagna).  1994 Creazione di " Falls after Newton " con la regia di Pierre Byland e coreografia di Tiziana Arnaboldi Tournée in Svizzera e all' estero.1995-1999 Partecipazione alle rassegne svizzere più prestigiose: Festival de la Bâtie a Ginevra, Danse  Nöel a Berna, Festival Cité de Lausanne, Danse Festival Neuchàtel, Danse Festival Nyon, Festival Internazionale di Danza Contemporanea Omegna ( I ), Tanz Festival  Olten e Winterthur.  1996 Concorso Internazionale Journée Danse-Dense a Parigi (classificati ai primi 3 posti)  1997 Creazione di " Finestra sul mare "Tournée in Svizzera e all' estero. Invito a Parigi.  1999 Invitata a partecipare al concorso " Collection Cahier d' Artiste " Creazione di " Quelli della porta accanto ".Tournée in Svizzera e all' estero. Invito a Lisbona ( P) alla Piattaforma Coreografica Internazionale. Tournée in Portogallo.                                       2003 crea “1000 e 1 aqua”, coprodotto con la Companhia de Almada (Portogallo) in occasione del Progetto Europeo nell’ambito dell’anno internazionale dell’acqua.  2004 “Donne che si raccontano”. Entrambi i lavori sono stati presentati a Genova presso il Teatro dell’Archivolto,in occasione di “Genova 2004 capitale della cultura europea”.  2005 crea lo spettacolo ”Cruda bellezza”, col quale nel  2007 ha fatto una tournée in Africa (Sud Africa, Mozambico, Angola), realizzando un documentario sulla stessa grazie al regista Mohammed Soudani. Nel 2007 ha prodotto uno spettacolo puramente teatrale per soli due attori “Arrivederci Professore”. Nel dicembre 2007 è stato pubblicato un libro curato da Domenico Lucchini “ Gesti, Parole, Movimenti. Nel 2008-2009 produce “Volo via” e “Condannato Libero”, coprodotto dalle giornate di danza contemporanea, Svizzera. Nel 2011 crea “Attesa ni na na”, liberamente tratto da “Aspettando Godot” di Samuel Beckett, coprodotto dal Teatro San Materno Ascona. Nel 2013 produce “Dentro Jawlensky”, studio sul linguaggio pittorico musicale di A. Jawlensky, coprodotto dal Teatro San Materno Ascona e dall`archivio Jawlensky. Lo spettacolo viene presentato sia nei teatri che nei musei di tutta europa. “Dentro Jawlensky” viene presentato a maggio del 2013 al Zentrum Paul Klee, Berna,Svizzera. Nel 2014 con la Compagnia Giovani fondata nel 2009, con l`apertura del Teatro San Materno, crea lo spettacolo “Linea” con la presenza di 11 interpreti  danzatori del territorio e giovani danzatori provenienti dalla Francia e dall`Italia, spettacolo che viene premiato al Festival Internazionale del Teatro e della Scena Contemporanea a Lugano ed é invitato al Fringe Festival Internazionale di Roma. Nel 2016 crea con” Spazi sospesi” e “ Danza e mistero” Omaggio a Charlotte Bara Produzioni che si sono fatti apprezzare in Svizzera, Italia, Francia, Germania, Portogallo,Spagna e Africa. Da ottobre del 2009 la compagnia ha la sua residenza al Teatro San Materno di Ascona e dal 2015 Tiziana Arnaboldi prende la direzione artistica del Teatro. Crea piattaforme progettuali internazionali ed Eventi artistici ispirati a questo luogo, ricco d’arte e di storia. Dal 2015 artisti internazionali di vari ambiti si uniscono insieme  ai danzatori della Compagnia Tiziana Arnaboldi, nelle residenze del Teatro San Materno, per creare performance unici, con la denominazione: “Dialogo tra le arti”. Performance-spettacoli che vengono presentati al Teatro san Materno e in altri luoghi e spazi alla ricerca di nuove trasversalità artistiche. Spettacoli e performance nell`ambito di“ Dialogo tra le arti” 2015  - “ La sedia – il sedersi”  La danza dialoga il design con R. Blumer” -“ Il suono delle pietre” La danza dialoga il suono delle   pietre con Beat Weheneth e Luciano Zampar -“Il motivo di una danza” La danza dialoga il poeta Fabio Pusterla 2017  - “ Dialogo tra la creatività delle arti” nasce da una nterazione  tra il  “Motivo di una danza” e“ Il suono delle pietre”.
4.5  maggio 2018   ore 19.30           Dornach-Basilea  Neuestheater               17   maggio 2018  ore 20.30          Lugano   Palco Sala Teatro Lac MOTIVO DI UNA DANZA  con la presenza del poeta Fabio Pusterla Regia e Coreografia di Tiziana Arnaboldi. Danzatori Faustino Blanchut, Eleonora Chiocchini, Marta Ciappina, Pierre-Yves Diacon, David Labanca, Claudia Rossi-Valli, Francesca Zaccaria Musiche ed elaborazioni sonore Mauro Casappa Progetto luci François Gendre, Christoph Siegenthaler  Primo Viaggio  nuova produzione Un paesaggio spoglio,fatto di sole pietre, è il luogo d’elezione di una comunità lontana nel tempo. Da qui hanno origine azioni e memorie che il corpo prova a cantare: il lavoro, i riti,  i desideri. L’ abbandono al suolo rimanda al pulsare delle emozioni, al valore della fragilità come forza motrice per nuove azioni verso la ricerca di punti stabili su cui sostare sospesi. È una danza di passi sensibili, leggeri, tra ruvide pietre, in cui piedi e mani, cercano il contatto con la terra. Secondo Viaggio   Sulle tracce della danzatrice belga Charlotte Bara, affascinante fondatrice del Teatro San Materno. Un viaggio tra passato e presente, tra il suo linguaggio e la nostra danza. In scena le danzatrici: Eleonora Chiocchini, Marta Ciappina e Francesca Zaccaria, ripropongono la magia creatrice di Charlotte Bara, i cui gesti, cariche di mistero e di profonda spiritualità, hanno ispirato poeti, pittori e musicisti. Le mani sono il filo conduttore di ogni sua danza: “Noi respiriamo il mondo attraverso le nostre mani, esse traducono il pensiero più sottile per unire il fisico e lo spirito.”   coproduzione Teatro San Materno Ascona e      Neuestheater Dornach-Basilea con il sostegno di  Repubblica e Cantone Ticino DECS Swisslos, Prohelvetia Fondazione svizzera per la cultura, Comune di Ascona,Fondazione Pende. In collaborazione con la Rassegna Home     29  aprile    2018                     Berna       Reformierte Kirche Wabern   DANZA e MISTERO  omaggio alla danzatrice  belga Charlotte Bara 1901-1986 In scena le danzatrici: Eleonora Chiocchini,Marta Ciappina e Francesca Zaccaria, ripropongono la magia creatrice di Charlotte Bara, i cui gesti, cariche di mistero e di profonda spiritualità,hanno ispirato poeti, pittori e musicisti. Le mani sono il filo conduttore di ogni sua danza: “Noi respiriamo il mondo attraverso le nostre mani, esse traducono il pensiero più sottile per unire il fisico e lo spirito.” coproduzione Teatro San Materno Ascona  con il sostegno di  Repubblica e Cantone Ticino DECS Swisslos, Prohelvetia Fondazione svizzera per la cultura, Comune di Ascona.
I   EN
I   EN